Controllare una partita IVA potrebbe essere utile per vari motivi: ad esempio potresti voler essere certo che un’azienda effettivamente esista, che sia attiva, che la sua partita IVA sia corretta per poter emettere fattura; oppure potresti voler verificare che la partita IVA in questione appartenga ad un’azienda affidabile prima di piazzare un grosso ordine o iniziare il nuovo lavoro che ti hanno commissionato. Verificare una partita IVA è estremamente semplice, veloce e soprattutto gratuito. Vediamo come fare.

Come controllare l’esistenza di una partita IVA?

È facilissimo: basta andare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, scorrere fino a trovare la sezione “Servizi”, quindi cliccare su “Tutti i servizi“, “Verifica e ricerca” e infine “Verifica della partita IVA”. Seguendo le istruzioni presenti in questa pagina, non devi far altro che inserire la partita IVA che vuoi verificare e compilare il campo “Codice di sicurezza” con i caratteri generati dal sistema captcha: otterrai immediatamente informazioni sull’esistenza della partita IVA, sul suo stato (se attiva o meno), la denominazione sociale (o il nome e cognome del titolare se si tratta di impresa individuale o professionista) e la data di apertura della posizione IVA. Invece, nel caso di numero errato o inesistente, visutalizzerai il messaggio “Partita IVA non valida“.

Come verificare l’autenticità di un’azienda?

Se invece non sai proprio niente di una certa azienda da cui magari sei stato contattato, allora vorrai raccogliere quante più informazioni possibili per verificarne l’autenticità. Quì si apre un mondo, ci sono davvero tanti modi per saperne di più:

  • se ha un sito web, di solito in fondo vengono inserite alcune importanti informazioni come la partita IVA, ma anche i contatti da cui puoi partire per fare una ricerca più approfondita;
  • in mancanza, cerca di capire se l’azienda ha un indirizzo fisico, una sede cui fare riferimento, e magari anche un numero di telefono attivo e funzionante;
  • su internet oramai si trova di tutto, quindi puoi provare a cercare online recensioni dell’azienda in questione; puoi trovarne di positive o di negative, postate dagli utenti che prima di te hanno avuto a che fare con la stessa impresa;
  • anche i social sono un’inesauribile fonte di informazioni; puoi provare a cercare se l’azienda ha una sua pagina facebook, quali contenuti pubblica e, anche qui, se gli utenti hanno lasciato delle recensioni;
  • infine, se proprio non riesci a trovare nulla, puoi sempre fare una verifica della visura camerale presso la Camera di Commercio. La visura contiene tutte le informazioni relative all’impresa: la sede, il numero REA, la partita IVA, la data di iscrizione al Registro delle Imprese, eventuali unità locali, l’attività svolta, le generalità dei soci e degli amministratori. Per ottenerla basta collegarsi al sito www.registroimprese.it e cercare il nome dell’azienda. La visura camerale con le informazioni di base è gratuita, mentre se vuoi avere una visura completa il documento è a pagamento ma si tratta di una piccolissima spesa la cui entità dipende dal tipo di azienda e dalla forma giuridica.

Come verificare l’affidabilità di un’azienda?

Una volta accertata l’esistenza di un’azienda, ci sono molte altre informazioni che vorresti poter conoscere per controllarne l’affidabilità. In questo caso è importante considerare l’eventuale presenza di:

  • protesti, cioè il mancato pagamento di una cambiale o di un assegno;
  • atti pregiudizievoli, che indicano uno stato di insolvenza, come ad esempio pignoramenti, ipoteche, decreti ingiuntivi, fallimenti, liquidazioni, ecc.

Queste informazioni sono a pagamento e si richiedono ad enti diversi: in Camera di Commercio puoi chiedere la Visura Protesti, mentre gli atti pregiudizievoli vengono raccolti e registrati presso le Conservatorie e i Tribunali.
In Camera di Commercio è possibile consultare anche il bilancio delle aziende di tuo interesse, ma solo se si tratta di società di capitali (srl, srls, spa, sapa e cooperative) in quanto solo queste sono obbligate a depositare il bilancio.

Come verificare se un’azienda estera esiste?

Se devi controllare una partita IVA estera l’Agenzia delle Entrate non può darti informazioni ma ti rimanda al portale del VIES gestito direttamente dalla Commissione europea accessibile da qui. La consultazione è totalmente gratuita, immediata e non richiede alcuna registrazione. Basta selezionare lo Stato membro di origine dell’azienda di tuo interesse, inserire la sua partita IVA e completare il form con le tue informazioni dove richiesto. Se la partita IVA è presente nelle anagrafi degli Stati membri dell’UE, il sistema ti restituirà il nome e l’indirizzo della sede dell’azienda estera. Alcune informazioni, tuttavia, potrebbero essere oscurate se lo Stato estero non le ha rese disponibili; in questo caso puoi sempre ricorrere a tutti i consigli suggeriti nei paragrafi precedenti per poter reperire indirizzi fisici e numeri telefonici.
Anche la Camera di Commercio può venirti in aiuto in quanto esiste un’apposita sezione sul sito www.registroimprese.it dove puoi richiedere i “Registri Europei” che equivalgono a delle vere e proprie visure camerali di aziende estere.

Sei un professionista in regime forfettario? facilefatturare.it ha una promo per te!

Registrati per te 12 mesi GRATIS! Iscriviti Gratis adesso!
Sei ancora indeciso? Richiedi maggiori informazioni
Hai bisogno di una guida? Leggi la sezione dedicata