Ti stai chiedendo cosa fare in caso di mancata consegna fattura elettronica e come fare per tutelarsi? L’obbligo fattura elettronica forfettario 2022 ha reso ancora più stringente la necessità di tutti i lavoratori con partita IVA di adeguarsi a questa necessità. C’è da dire che l’Agenzia delle Entrate ha predisposto un regime transitorio funzionale che viene incontro a tutte le persone che si trovano, per un motivo o per un altro, in difficoltà con il sistema della fatturazione elettronica.

Uno dei problemi più grandi in cui può incappare chi si avvale della fattura elettronica fai da te è sicuramente il caso in cui questa non viene consegnata correttamente. Cioè quando il sistema di interscambio (Sdi) non riesce a consegnare correttamente il documento fiscale digitalizzato al destinatario. Com’è noto, la fattura elettronica ha sostituito di netto quella cartacea, infatti in mancanza della prima la seconda non ha alcun valore legale.

Per l’Agenzia Entrate, la fattura elettronica che ha questo problema viene definita come mancata consegna (MC). In sostanza, la fattura è eseguita correttamente per il sistema ed è stata validata, ma il destinatario non ne è venuto a conoscenza. Se ti chiedi cosa devi fare in questi casi non allarmarti, perché è facile riuscire a sanare il problema senza avere alcun problema con l’Agenzia delle Entrate.

La fattura elettronica: cos’è e perché avviene la mancata consegna?

Con l’arrivo dell‘obbligo fattura elettronica, anche per i forfettari, è una buona idea capire cos’è questo documento se non lo so. La fattura elettronica è un documento digitale che sostituisce interamente una fattura cartacea. Questo, va inviato ad un sistema informatico chiamato Sistema d’Interscambio che è gestito direttamente dall’Agenzia delle Entrate ed è diventato obbligatorio per tutti pochi mesi fa.

Quando i forfettari fanno fatture elettroniche tramite un programma oppure per mezzo del sistema presente sul portale dell’AdE, questa viene inviata naturalmente al software che si occupa di gestire il Sistema di Interscambio succitato. Il software che garantisce dell’autenticità dei documenti si occupa di effettuare la verifica, acquisirne i dati necessari e sufficienti, prima di inoltrarla al destinatario. La copia resta in memoria per controlli degli enti deputati.

Se ricevi un errore di mancata consegna della fattura elettronica, il Sistema di Interscambio ti notifica immediatamente questo problema, inviandoti un documento. Su questa è segnata la data entro cui la fattura è messa a disposizione del cliente e l’emittente può così trasmetterla allo stesso in tempi veloci.

Cause della mancata consegna della fattura elettronica

Anche usando un programma di fatturazione elettronica può avvenire il problema della mancata consegna. I motivi sono molteplici e ricercare la causa può richiedere molto tempo. In linea generale, è possibile velocizzare il problema registrando l’indirizzo telematico all’interno dell’apposito portale dell’Agenzia delle Entrate, il quale restituisce poi dei codici diversi a seconda degli errori occorsi; eccotene alcuni:

  • Errore codice destinatario
  • Codice destinatario senza indicazione PEC “0000000”
  • Codice destinatario con PEC errata “0000000”
  • PEC disattivata
  • Errore del canale telematico

La fattura elettronica forfettario, o di chi appartiene ad un regime fiscale diverso, che subisce una mancata consegna da vita ad un comportamento diverso del SDI a seconda del destinatario.

  • Se le fatture sono B2B – ma anche B2C – il Sistema di Interscambio cerca di consegnare il file almeno 6 volte, con una cadenza regolare ogni 12 ore;
  • Per la mancata consegna delle fatture emesse dalla Pubblica Amministrazione, queste vengono fatte in maniera irregolare per 10 gionrni.

Bisogna fare qualcosa se c’è una mancata consegna della fattura elettronica?

In caso di mancata consegna della fattura elettronica correttamente recepita dal SDI, quando si riceve la notifica di mancata consegna la prima cosa da fare per mettersi in regola è quella di contattare il destinatario per comunicargli il documento ricevuto e i dati necessario per la fattura. In ogni caso, il SDI si occupa di consegnare il file XML nel cassetto fiscale del destinatario, il quale potrà consultarla visitandolo.

In ogni caso, vi sono delle differenze se la mancata consegna avviene nei confronti delle PA oppure dei Privati.

Il privato, infatti, può ricevere la fattura anche nel formato cartaceo, anche se l’emittente ha l’obbligo di effettuarla elettronicamente. Nel caso delle FatturaPA, se anche i tentativi automatici non vanno a buon fine, l’emittente ha l’obbligo di consegnare la fattura elettronica tramite i canali digitali, come mail o PEC.

Come tutelarsi dalla Mancata Consegna

In questi casi, un software fattura elettronica può aiutare a mettersi al riparo dalle sanzioni, ricordando le scadenze e le notifiche di errata comunicazione.

Facile fatturare è il software che permette la gestione della fatturazione elettronica ed è disponibile con un abbonamento forfettari 12 mesi gratuiti. Il programma, oltre a comunicare direttamente con il SDI permette anche l’invio, la conservazione e la ricezione delle fatture, la contabilizzazione automatica e permette di facilitare autonomamente i pagamenti. Inoltre, su richiesta è possibile anche la delega al commercialista per fattura elettronica, in modo da semplificare anche di più la gestione della tua impresa nei confronti degli agenti del fisco.

Sei un professionista in regime forfettario? facilefatturare.it ha una promo per te!

Registrati per te 12 mesi GRATIS! Iscriviti Gratis adesso!
Sei ancora indeciso? Richiedi maggiori informazioni
Hai bisogno di una guida? Leggi la sezione dedicata